“Il mio bambino cresce. A scuola ha un buon rendimento, ha diversi amichetti. Da qualche tempo ho notato che ogni tanto fa dei movimenti rapidi con la bocca o con e braccia.” Questi sono alcuni movimenti che un genitore può osservare in diversi momenti della giornata.  Quando si manifestano in diverse situazioni, contesti e causano un disagio al bambino, è importante capire che cosa sta accadendo. Che significato hanno questi gesti?? Sono da ignorare?

Alcuni movimenti sono naturali, altri possono essere movimenti stereotipati o dei tic.

Nel video che segue  la Dott.ssa Giovanna Zorzi, che lavora presso l’Unità Operativa Neuropsichiatria Infantile, Fondazione IRCCS Istituto Neurologico “Carlo Besta”, di Milano spiega i disturbi del movimento in bambini e adolescenti, quali le patologie più frequenti e la diagnosi.

Un primo passo è chiedere un parere al pediatra che ha in carico il proprio figlio, spiegare i sintomi che avete osservato. Se il pediatra lo riterrà opportuno consiglierà una visita dal neuropsichiatra per proporre una valutazione di diagnosi clinica per comprendere quale percorso riabilitativo e terapico è necessario fare.

E’ comprensibile la preoccupazione dei genitori su quelle che possono essere le conseguenze psicologiche per il proprio bambino o ragazzo. I movimenti ripetitivi o i tic visibili possono essere oggetto di derisione ed il bambino può provare insicurezza, vergogna.

Chiediamo l’intervento della scuola che ha un ruolo educativo e quello di un esperto che può spiegare attraverso attività laboratoriali di gruppo come si può superare insieme questo momento difficile, ascoltando le proprie emozioni. Vediamo un esempio proprio attraverso il cinema.

Di seguito uno stralcio dal film “la mia fedele amica” tratto dall’autobiografia di Brian Cohen Front of the Class: How Tourette Syndrome Made Me the Teacher I Never Had.Regia di P.Werner, con J.Wolk, T.Williams; 2008

Proviamo ad ascoltare e comprendere attraverso la testimonianza di una ragazza adolescente  quali sono i suoi pensieri, emozioni e comportamenti dopo che le è stata diagnosticata la Sindrome di Tourette in questo video

 Se volete condividere le vostre esperienze potete lasciare un commento. potrebbe essere di aiuto per altri genitori o bambini che vivono la stessa esperienza. Per ulteriori informazioni? Contattami

Share This

Share This

Share this post with your friends!